La vita bugiarda degli adulti

 
Ho letto i 4 volumi de l’amica geniale e l’amore molesto .

Mi piace il suo stile seppure crudo nelle espressioni, ma sicuramente testimone di una realtà non sempre conosciuta.

La vita bugiarda degli adulti mi ha subito coinvolta : la famiglia ‘perfetta’, moderna, all’avanguardia, ma anche in equilibrio precario. La famiglia di origine del padre, la zia alla quale non somigliare è sempre pronta a manifestarsi, a reclamare il suo riconoscimento.
Cosí, da una parola detta quasi per caso, come una crepa in un vaso di cristallo, la curiosità di Giovanna inizia a scalfire il muro del silenzio, il castello di menzogne costruito dai suoi genitori. Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza comincia e procederà inesorabilmente fino a toccare il fondo di un pozzo buio per poi risalire verso la luce e riprendere a vivere.
Ho amato molto la prima parte del romanzo: tenero e avvolgente,
più faticosa ho trovato la lettura della seconda parte: quella della ribellione, del cinismo  a tutti i costi, della rivalsa, dell’odio per chi ha mentito a Giovanna.
     Il finale mi è sembrato un po’ affrettato e sbrigativo. Si legge in un soffio!

Commenti

Post popolari in questo blog

leggere, leggere, leggere

Le scrittrici della Resistenza: De Cespedes, Ginzburg, Viganò