Il mio salone del libro/1



Vorrei condividere con voi  le numerosi suggestioni ricevute, la carica culturale, la voglia di condividere, la serenità che ho respirato al Salone!




Il filo conduttore che ho respirato è stata l’importanza delle Parole in ogni loro significato sottinteso o manifesto, le Parole che possono cambiare, le Parole che devono usate con attenzione, le Parole che traghettano le idee, che narrano storie..... occorre però fare “Attenzione al valore semantico delle parole”(cit. M Murgia)

                                  LE PAROLE DEL MIO SALONE

 Passione.                               Sogni.                Legalità.                    Cittadini.            
 
Persone/ ideologie                                        Scelta.                                                  Spirito critico.

Biblioteche                     Educazione.                Inclusione.             Leggere

                                                         Principio di non esclusione

Diritti universali.             Ideologia            conformismo omologante.    

                                 ricominciare a raccontare.                               Utopia

              Metodo                                      Trasformazione.                  Peso della memoria
                                                                 

  La colpa                         responsabilità collettiva                       Ricerca di leggerezza

                         Creare sogni, non paure

   Usare le ruspe                      Rottamare.                                 L’hai asfaltato

DICOTOMIE      nemico/avversario.             Potente/succube.                 Pregiudizio/ giudizio

                              Popolari/populisti.            Colpe/ responsabilità           Oltremondo/social


                            Il passato passa o non passa mai o passa sempre?




Commenti

Post popolari in questo blog

leggere, leggere, leggere

Le scrittrici della Resistenza: De Cespedes, Ginzburg, Viganò